Embed RSS
Articoli pubblicati

Articoli di Novembre 2010

NumeroArticoloData
1T.A.R. Puglia Bari, Sezione I, novembre 2010
I certificati di abilitazione di cui alla legge n. 46 del 1990 rappresentano requisiti da dimostrare nella fase esecutiva dell’appalto

2010-11-21
2T.A.R. Puglia Bari, Sezione I, ottobre 2010
Sull’appalto di servizi integrati e sul CCNL del 19 dicembre 2007 che all’art. 1 disciplina i “servizi di controllo accessi (reception, accoglienza, accompagnamento, custodia di locali, edifici, aree, etc.)"

2010-11-21
3T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, novembre 2010
L’affidamento di servizi a società miste è ammesso a condizione che si svolga in unico contesto una gara avente ad oggetto la scelta del socio privato (socio non solo azionista, ma soprattutto operativo) e l’affidamento del servizio già predeterminato

2010-11-21
4T.A.R. Lazio Latina, Sezione I, ottobre 2010
Sull'art. 41, comma 3, D.Lgs. n. 163/2006 secondo cui "se il concorrente non è in grado, per giustificati motivi, ivi compreso quello concernente la costituzione o l'inizio dell'attività da meno di tre anni, di presentare le referenze richieste, può provare la propria capacità economica e finanziaria mediante qualsiasi altro documento considerato idoneo dalla stazione appaltante"

2010-11-21
5T.A.R. Calabria Reggio Calabria, novembre 2010
Da £. 300 milioni alla soglia comunitaria la normativa non dà alcuna specifica indicazione (se debba valere il solo certificato camerale antimafia ovvero se sia ammessa, in aggiunta a questo, la possibilità di richiedere informazioni), sicché in questa zona non regolamentata non può ragionevolmente escludersi l'esercizio della discrezionalità della stazione appaltante

2010-11-21
6T.A.R. Umbria, Sezione I, ottobre 2010
Sui particolari vantaggi di cui godono le cooperative sociali di tipo “B” che si avvalgono prevalentemente di personale svantaggiato e sulla relativa congruità dell’offerta economica

2010-11-21
7T.A.R. Emilia Romagna Parma, Sezione I, ottobre 2010
Le commissioni giudicatrici si devono contraddistinguere per la presenza quanto meno prevalente di tecnici o esperti in possesso di adeguati titoli di studio e professionali, profilo di capacità ed imparzialità

2010-11-21
8T.A.R. Emilia Romagna Parma, Sezione I, ottobre 2010
[A] Nel disporre che in caso di associazione temporanea di imprese la mandataria possegga in ogni caso in misura maggioritaria i requisiti prescritti, l’art. 95, comma 2, del d.P.R. n. 554 del 1999 mira ad assicurare che l’impresa capogruppo sia effettivamente, e non solo astrattamente o potenzialmente, il soggetto più qualificato in rapporto all’importo dei lavori a base d’asta. [B] In caso di annullamento dell’illegittima esclusione di un concorrente intervenuto dopo la visione delle altre offerte tecniche ammesse, comporta il rinnovo integrale della procedura selettiva

2010-11-21
9T.A.R. Puglia Bari, Sezione I, ottobre 2010
Nel collaudo dell’opera pubblica rimangono normalmente estranei i poteri discrezionali ed autoritativi della P.A.

2010-11-20
10INPS. Circolare del novembre 2010 n. 145
Validità temporale del DURC. Circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 35 dell’8 ottobre 2010

2010-11-18
11Agenzia delle Entrate. Risoluzione 117/E del 2010
Opere ultrannuali – Costi relativi ai SAL liquidati in via provvisoria al subappaltatore – Articoli 93 e 109, comma 2, lettera b), del TUIR. Anche i costi relativi ai laovri dei subappaltori concorrono a determinae le rimanenze

2010-11-15
12T.A.R. Campania Salerno, Sezione II, ottobre 2010
Le imprese esecutrici di lavori edili (quali quelli relativi alla categoria OG3, oggetto prevalente dell’appalto che ne occupa) hanno l’obbligo di iscrivere i propri lavoratori alla Cassa edile, indipendentemente dal comparto di riferimento

2010-11-04
13T.A.R. Calabria Reggio Calabria, ottobre 2010
Sulla violazione della clausola “stand still” di cui all’art. 11 comma 10 del D.lgs 12.04.2006 n. 163

2010-11-04
14T.A.R. Abruzzo L’Aquila, Sezione I, ottobre 2010
Non è configurabile alcun onere di partecipare alla gara di un appalto a carico di un soggetto la cui partecipazione viene ad essere preclusa direttamente dallo stesso bando di gara

2010-11-04
15T.A.R. Abruzzo L'Aquila, Sezione I, ottobre 2010
La mancata comunicazione ai controinteressati dell’avvenuta aggiudicazione prevista dall’art. 79 del decreto legislativo 163/2006 non attiene alla legittimità delle procedure, afferendo invece il diverso aspetto connesso alla posposizione dell’avvio del termine per le impugnative

2010-11-04
16T.R.G.A. Trento, ottobre 2010
La legittimazione a rendere la dichiarazione del possesso dei requisiti di cui al citato art. 38 spetta dunque al legale rappresentante dell’impresa

2010-11-04