Embed RSS
Articoli pubblicati

Articoli di Febbraio 2010

NumeroArticoloData
1T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, febbraio 2010
[A] Sul consorzio di cooperative quale soggetto ammesso ai pubblici appalti ai sensi dell’art. 34, primo comma, lett. b) del D.Lgs. 163/206 e della L. 25 giugno 1909 n. 422. [B] Attraverso la struttura comune di impresa, il consorzio assume la veste di "procacciatore di contratti di appalto"

2010-02-28
2T.A.R. Veneto, Sezione I, febbraio 2010
Il progetto preliminare riveste un ruolo di carattere propedeutico rispetto al procedimento espropriativo cosicché la dichiarazione di pubblica utilità dell'opera consegue solamente all'approvazione del progetto definitivo

2010-02-28
3T.A.R. Umbria, Sezione I, febbraio 2010
[A] I Lloyd’s of London non costituiscono né una compagnia, né un’impresa assicurativa unitaria, bensì un’associazione riconosciuta di singole persone fisiche e/o giuridiche (i “names”) aderenti ad essa, che singolarmente od in aggregazioni non costituenti associazioni, ma collegate tra loro dal vincolo di solidarietà (i “syndicates”). [B] Sulla non configurabilità di un unico centro decisionale relativamente alle offerte formulate dai Lloyd’s of London

2010-02-28
4T.A.R. Valle D’Aosta, febbraio 2010
Per redigere uno studio di fattibilità e convenienza economica non è richiesta una professionalità connessa ad una obbligatoria iscrizione all’albo di categoria

2010-02-28
5T.A.R. Liguria, Sezione II, febbraio 2010
Le percentuali per spese generali ed utile d’impresa non sono incomprimibili

2010-02-24
6T.A.R. Umbria, Sezione I, febbraio 2010
Sulla gara avente ad oggetto servizi di ristorazione, rientrante fra quelle di cui all’allegato II B del codice degli appalti pubblici, e sulla verifica dell’anomalia presuntiva dell’offerta

2010-02-23
7Autorità di Vigilanza. Determinazione gennaio 2010 n. 1
Requisiti di ordine generale per l’affidamento di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture ai sensi dell’articolo 38 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 nonché per gli affidamenti di subappalti. Profili interpretativi ed applicativi

2010-02-20
8Corte dei Conti, Sezione Controllo Lombardia, novembre 2009
Sui limiti a cui deve sottostare l’ente locale che intenda stipulare, al di fuori della dotazione organica, contratti a tempo determinato per i dirigenti e le alte specializzazioni ai sensi dell’art. 110 del D.lgs 267 del 2000

2010-02-18
9Corte dei Conti, Sezione Controllo Lombardia, novembre 2009
[A] Sulla regola della stretta connessione fra programmazione finanziaria e redazione degli aggiornamenti annuali del programma triennale redatto dalle singole amministrazioni. [B] Si può prevedere la realizzazione di un'opera solo in quanto si conoscano le risorse disponibili a finanziarla. [C] Sul limite quantitativo dei 100.000 euro al di sotto del quale l’opera non deve essere inserita nel piano annuale e sulla necessità o meno di tener conto anche dei costi della progettazione, dell’IVA e delle somme a disposizione

2010-02-18
10T.A.R. Campania Napoli, Sezione IV, gennaio 2010
[A] Le società partecipate pubbliche, siano esse strumentali agli enti partecipanti o concessionarie o affidatarie di servizi pubblici locali, restano assoggettate alle regole di buona amministrazione imparziale, secondo il principio di legalità, di cui all’art. 97 Cost. e al capo I della legge n. 241 del 1990. [B] Sui poteri dei consiglieri comunali di controllare il modo in cui operano le società partecipate

2010-02-18
11T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione II, gennaio 2010
Sulla gestione del servizio di distribuzione automatica di bevande e alimenti all’interno dei locali dell’amministrazione e sulla possibilità o meno di ricondurre il contratto nell’ambito degli appalti di cui dall’allegato II B al D. Lgs. n. 163/2006

2010-02-18
12T.A.R. Lombardia Brescia, Sezione II, gennaio 2010
Sulla gara del servizio di ristorazione e sui rapporti fra la certificazione ISO 22000 e le certificazioni HACCP e ISO 9001

2010-02-18
13C. Volpe. In House providing
La Corte di Giustizia continua la rifinitura dell’in house providing ma il diritto interno va in controtendenza

2010-02-17
14T.A.R. Emilia Romagna Bologna, Sezione I, gennaio 2010
Sulla società costituita dal Comune per l’affidamento della gestione del servizio di pubblica illuminazione e sulla nozione di organismo di diritto pubblico

2010-02-17
15Lodo Arbitrale, maggio 2009
[A] Sull’art. 30 comma 2 lettera i) del d.p.r. 554 del 1999 secondo cui tra gli elaborati grafici del progetto definitivo vi devono essere le “planimetrie e sezioni in scala non inferiore a 1:200, in cui sono riportati i tracciati principali delle reti impiantistiche esterne e la localizzazione delle centrali dei diversi apparati, con l'indicazione del rispetto delle vigenti norme in materia di sicurezza, in modo da poterne determinare il relativo costo”. [B] Sui lavori di realizzazione di una variante stradale e sulla mancata individuazione in progetto dei sottoservizi esistenti

2010-02-12
16Lodo Arbitrale, maggio 2009
[A] Sull'onere di immediata denuncia per i fatti continuativi. [B] Sul contenuto minimo della riserva e sul valore da attribuire al preambolo di ogni domanda avanzata dall’impresa

2010-02-12
17Lodo Arbitrale, marzo 2009
Sull’anomalo andamento dei lavori e sulla prova che l’appaltatore deve comunque fornire per il riconoscimento di un compenso a titolo di lucro cessante per mancata percezione dell’utile

2010-02-11
18Lodo Arbitrale, novembre 2009
[A] Sui principi Unidroit applicabili agli appalti in caso di “gross disparity” e di “hardship”. [B] Sul fermo dei lavori nelle more dell'approvazione di una perizia di variante intesa a porre anche solo parzialmente rimedio a negligenze o imperizie contenute nel progetto. [C] Sull’anomalo andamento dei lavori e sul risarcimento del danno da mancato utile. [D] Sul risarcimento del danno curriculare o da perdita di chance

2010-02-09
19Lodo Arbitrale, marzo 2009
[A] Sulla clausola contrattuale che svincoli il pagamento dal collaudo e lo subordini alla disponibilità della relativa provvista da parte del committente. [B] Sulle pattuizioni contrattuali che introducono un semplice termine dilatorio all'appaltatore per fare valere la propria pretesa alla corresponsione degli interessi da ritardato pagamento. [C] Sulla predisposizione del certificato di pagamento e sull’interpretazione da dare al termine "emissione", con ciò dovendosi infatti. [D] Sulla possibilità o meno che gli interessi da ritardato pagamento producano ulteriori interessi. [E] Sull'IVA esposta nelle fatture emesse dall’impresa e sugli interessi per il ritardato pagamento

2010-02-09
20Lodo Arbitrale, febbraio 2009
[A] Sull’anomalo andamento dei lavori e sulla valutazione presuntiva del danno trattandosi l'impresa di soggetto che opera istituzionalmente nel settore degli appalti pubblici. [B] Sul mantenimento improduttivo nel cantiere dei macchinari e del personale, oltre che al mantenimento delle polizze fideiussorie prestate e le spese connesse alla sicurezza. [C] Sui maggiori oneri connessi all'incremento dei prezzi dei lavori eseguiti dopo la data di ultimazione contrattualmente pattuita. [D] Sul risarcimento del danno da ritardo nell'ultimazione del collaudo. [E] Sul danno cagionato all’impresa dalla ritardata emissione del certificato di esecuzione a seguito delle operazioni di collaudo

2010-02-09
21Tribunale di Bari, Sezione Terza, novembre 2009
L'ingegnere, come l'architetto o il geometra, nell'espletamento dell'attività professionale è obbligato ad usare la diligenza del buon padre di famiglia, con la conseguenza che l'irrealizzabilità dell'opera (anche per colpa lieve), costituisce inadempimento dell'incarico ed abilita il committente a rifiutare di corrispondere il compenso

2010-02-07
22Autorità di Vigilanza, Parere del dicembre 2009
Sull’applicabilità o meno delle norme del codice inerenti la valutazione dell’anomalia delle offerte anche agli affidamenti in economia mediante cottimo fiduciario

2010-02-07
23Autorità di Vigilanza, Parere del dicembre 2009
Laddove il concorrente inserisca nella busta destinata a contenere la documentazione amministrativa un piano finanziario ed un riepilogo da cui risulta l'offerta economica, viola i principi posti a tutela della correttezza delle gare

2010-02-07
24Autorità di Vigilanza, Parere del dicembre 2009
L'uso della categoria OG11 nei bandi di gara è giustificato se il livello di complessità delle lavorazioni speciali rimane su valori medi (secondo le norme tecniche di settore). In questo caso, la qualificazione in OG11 può assorbire le qualificazioni delle categorie speciali

2010-02-07
25Autorità di Vigilanza, Parere del dicembre 2009
Laddove le garanzie essenziali di segretezza del plico, sottese alle prescrizioni formali di presentazione delle offerte, siano comunque assicurate, può essere data un’interpretazione teleologica ad esse, favorendo in tal modo la partecipazione alle procedure senza integrare alcuna violazione della par condicio dei concorrenti

2010-02-07
26Autorità di Vigilanza, Parere del dicembre 2009
Nel caso di pagamento on-line del contributo all’Autorità di Vigilanza, l’attestazione dell’avvenuto pagamento della tassa in discussione viene rilasciata soltanto tramite e-mail

2010-02-07
27T.A.R. Lazio Roma, Sezione I Bis, gennaio 2010
[A] Sulla funzione della cauzione provvisoria di cui all’art. 75 del d.lgs. n. 163 del 2006. [B] La polizza fideiussoria prestata a garanzia dell’adempimento degli obblighi del concorrente (in sede di gara) o del contraente (nella fase di esecuzione contrattuale) si configura quale contratto autonomo di garanzia

2010-02-07
28T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione III, gennaio 2010
La sanzione dell’escussione della cauzione provvisoria trova applicazione solo in caso di accertata carenza dei requisiti di carattere speciale

2010-02-07
29T.A.R. Lazio Roma, Sezione III, gennaio 2010
Sull’art. 57, comma 2, lettera b), del D.Lgs. n. 163/2006 che consente di non esperire la pubblica gara “qualora, per ragioni di natura tecnica o artistica ovvero attinenti alla tutela di diritti esclusivi, il contratto possa essere affidato unicamente ad un operatore economico determinato

2010-02-07
30T.A.R. Campania Napoli, Sezione III, gennaio 2010
Sull’applicabilità o meno del principio dell’obbligatorietà della clausola di revisione prezzi ai contratti di concessione

2010-02-07
31Consiglio di Stato, Sezione VI, gennaio 2010
Sulla valutazione dell'anomalia di una offerta fondata sull'analisi dei prezzi unitari, sui preventivi dei fornitori e sull'indicazione dei tempi di esecuzione dei lavori in relazione a quelli ritenuti ordinariamente necessari

2010-02-07
32T.A.R. Sicilia Catania, Sezione III, gennaio 2010
Sull'art. 75 comma 4 del codice dei contratti pubblici, laddove impone al fideiussore la rinunzia all’eccezione di cui all’art. 1957 comma 2 del codice civile

2010-02-07
33T.A.R. Basilicata, Sezione I, gennaio 2010
Nel caso di raggruppamenti di tipo orizzontale non è necessario indicare le parti da eseguire da ciascuna impresa

2010-02-06
34T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, gennaio 2010
Sulla validità quinquennale dell’attestazione SOA e sulla condizione legale della sua efficacia costituita dall’esito positivo della verifica triennale dei requisiti di qualificazione

2010-02-04
35T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, gennaio 2010
Sull’art. 3, comma 2, del d.P.R. 25 gennaio 2000 n. 34 il quale dispone che "la qualificazione in una categoria abilita l'impresa a partecipare alle gare e ad eseguire i lavori nei limiti della propria classifica incrementata di un quinto

2010-02-04
36T.A.R. Lombardia Milano, Sezione I, gennaio 2010
Sulle dichiarazioni mendaci prodotte in sede di gara, sulla dubbia moralità professionale del dichiarante e sulla legittimità o meno del provvedimento di escussione della garanzia provvisoria

2010-02-04
37T.A.R. Lombardia Milano, Sezione I, gennaio 2010
Ancorché il servizio appaltato rientri tra quelli di cui all’All. II B del d.lgs 163 del 2006 , ciò non esonera le amministrazioni aggiudicatici dall’applicazione dei principi generali in materia di affidamenti pubblici

2010-02-04
38T.A.R. Valle d’Aosta, gennaio 2010
Sulla forma che deve possedere la garanzia provvisoria in caso di associazione temporanea di imprese

2010-02-04