Embed RSS

ARGOMENTO: D.LGS 163.2006. Art. 245-bis (Inefficacia del contratto in caso di gravi violazioni)

Tribunale di Genova, febbraio 2017

Argomenti trattati: Varie

Sulla ripartizione degli obblighi tra distaccante e distaccatario nel caso di distacco di lavoratori negli appalti pubblici

Corte d’Appello di Napoli, gennaio 2017

[A] Sulla fondatezza o meno delle pretese del prestatore d’opera vantate nei confronti del committente pubblico, laddove il contratto non sia stato stipulato in forma scritta, ma l’Ente abbia riconosciuto il debito in bilancio. [B] Sulla possibilità o meno per il committente pubblico di sanare la mancata attestazione di copertura finanziaria attraverso la ricognizione postuma di debito e sulla possibilità o meno di sanare la mancanza di forma scritta. [C] Sui limiti alla possibilità della parte di produrre solo nel giudizio d’appello la prova dell’esistenza di un contratto scritto tra professionista e Ente pubblico

Tribunale di Roma, gennaio 2017

Sui presupposti necessari a consentire il sorgere di un rapporto contrattuale direttamente tra il privato fornitore e l’amministratore o il funzionario che abbia consentito la prestazione in favore dell’ente locale

Tribunale di Nocera Inferiore, febbraio 2017

[A] Sul ruolo delle riserve e sulle ragioni della disciplina che prescrive il rispetto di modalità e procedure rigide a pena di decadenza. [B] Sulle modalità di iscrizione delle riserve relative alle pretese inerenti i maggiori oneri derivanti dalla illegittima sospensione dei lavori e sulle richieste soggette ad iscrizione di riserva. [C] Sulle modalità di iscrizione della riserva nel caso di mancanza del registro di contabilità

Corte d’Appello di Venezia, gennaio 2017

Sulla applicazione o meno degli interessi (anatocismo) al debito maturato dalla Stazione Appaltante per mancato versamento degli interessi per ritardato pagamento

Tribunale di Roma, gennaio 2017

[A] Sui principi in materia di riparto di giurisdizione tra giudice ordinario e giudice amministrativo in materia di risarcimento del danno richiesto alla Pubblica Amministrazione. [B] Sulla giurisdizione del giudice ordinario o del giudice amministrativo in materia di risarcimento del danno derivante dalla contestata illegittimità della concessione e della mancata revoca della concessione stessa. [C] Sui limiti azione di arricchimento ex art. 2041 cod. civ. e sulla possibilità o meno di proporre tale azione in via subordinata rispetto all’azione contrattuale proposta in via principale

Tribunale di Paola, gennaio 2017

Sulla natura di prova legale dei SAL, dei libretti delle misure e del registro di contabilità e sulla efficacia probatoria dei SAL laddove non sottoscritti dal Direttore dei Lavori.

Tribunale di Salerno, febbraio 2017

Sui limiti alla proponibilità dell’azione volta ad ottenere la risoluzione per grave inadempimento dell’Appaltatore dopo la dichiarazione di fallimento di quest’ultimo

Corte d’Appello di Potenza, gennaio 2017

[A] Sulla prescrizione degli interessi per ritardato pagamento e sulla necessità di precisare in sede processuale la tipologia di prescrizione che intende opporre. [B] Sulla prescrizione decennale o quinquennale degli interessi moratori dovuti dalla Stazione Appaltante per ritardato pagamento dei corrispettivi dovuti all’appaltatore e sul “dies a quo” per il calcolo degli stessi

Tribunale di Firenze, gennaio 2017

[A] Sugli atti idonei a ricevere l’iscrizione delle riserve da parte dell’Appaltatore e sulle modalità di iscrizione delle stesse secondo quanto previsto dagli artt. 181, 190 e 191 del d.p.r. n. 207 del 2010. [B] Sulla diversa modalità di iscrizione delle riserve per i c.d. fatti con effetti dannosi istantanei e per i c.d. fatti continuativi. [C] Sullo scopo della regolamentazione delle riserve. [D] Sull’ordine delle attività che l’Appaltatore deve porre in essere per rispettare la regolare iscrizione delle riserve. [E] Sull’onere di iscrizione delle riserve nel caso di insorgenza del fatto dannoso antecedente alla istituzione del registro di contabilità

Tribunale di Roma, gennaio 2017

[A] Sulla necessità della forma scritta e della corretta manifestazione della volontà per la stipulazione dei contratti da parte della Pubblica Amministrazione. [B] Sul rispetto della forma scritta nel caso di sottoscrizione non contestuale di uno stesso atto negoziale da parte di Appaltatore e Stazione Appaltante. [C] Sulla idoneità o meno del riconoscimento di debito da parte della Stazione Appaltante a sopperire al difetto del titolo contrattuale.

Tribunale di Spoleto, gennaio 2017

[A] Sull’onere della prova posto a carico dell’opponente nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo ottenuto per il pagamento di lavori eseguiti e non contestati. [B] Sull’onere di puntuale e specifica contestazione da parte dell’opponente e sulle conseguenze della contestazione solo “generica” dei fatti posi a fondamento del decreto ingiuntivo opposto

Corte Costituzionale, dicembre 2017

Argomenti trattati: Varie

Sulla applicabilità o meno della responsabilità solidale del committente riguardo alle retribuzioni e ai contributi dei dipendenti dell’appaltatore, prevista dall’art. 29 del d.lgs. n. 276 del 2003, anche ai rapporti di subfornitura disciplinati dalla legge n. 192 del 1998

Corte d’Appello di Milano, gennaio 2017

Argomenti trattati: Consulenza Tecnica

[A] Sulla possibilità del Consulente Tecnico nominato di acquisire i bilanci dell’appaltatore non ritualmente prodotti in giudizio. [B] Sui limiti all’attività del Consulente Tecnico e sulla necessità di assicurare il rispetto dell’onere probatorio di cui all’art. 2696 cod. civ.

Tribunale di Roma, gennaio 2017

[A] Sulle modalità di iscrizione e quantificazione delle riserve per i c.d. “fatti continuativi”. [B] Sulla spettanza di interessi e rivalutazione monetaria sul credito di valuta, costituito dalla liquidazione di un maggior corrispettivo a titolo di rimborso spese

Tribunale di Catanzaro, gennaio 2017

Sulla esistenza o meno di un diritto di recesso a favore della società mandante per sciogliersi dal vincolo instaurato con la società capogruppo di una ATI (associazione temporanea di imprese) affidataria di un appalto pubblico e sugli effetti del recesso nei confronti della stazione appaltante

Corte d’Appello di Torino, gennaio 2017

[A] Sulla possibilità o meno che l’iscrizione della riserva costituisca atto di costituzione in mora, anche ai fini del decorso degli interessi. [B] Sulla solidarietà o meno della responsabilità del Direttore dei Lavori e dell’appaltatore per il danno prodotto alla Stazione Appaltante. [C] Sulle varianti disposte dal Direttore dei Lavori in situazioni di urgenze sulla sussistenza o meno dell’obbligo dell’appaltatore di darvi immediata esecuzione. [D] Sui limiti alla proposizione dell’azione di indebito arricchimento di cui all’art. 2041 cod. civ.

Tribunale di Benevento, gennaio 2017

Sui limiti al diritto della Stazione Appaltante di incamerare la cauzione definitiva in caso di inadempimento dell’Appaltatore

Tribunale di Roma, gennaio 2017

Sul Giudice competente a decidere le controversie inerenti i debiti pecuniari delle pubbliche amministrazioni relativi ai corrispettivi dovuti in ragione di un contratto d’appalto

Corte d’Appello di Torino, gennaio 2017

[A] Sull’onere della prova posto a carico dell’Appaltatore (o del subappaltatore) che chieda il pagamento delle prestazioni eseguite al proprio committente (o all’appaltatore principale). [B] Sui limiti alla ammissibilità della Consulenza Tecnica d’Ufficio (CTU) richiesta dall’appaltatore a sostegno della propria domanda di pagamento dei corrispettivi. [C] Sui limiti alla possibilità del Giudice di liquidare in via equitativa, ex art. 1226 cod. civ., il danno lamentato dall’Appaltatore ai sensi dell’art. 1671 cod. civ.


Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Tel: +39 339.34.00.116 - Fax: +39 055.56.09.352
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it