Embed RSS

ARGOMENTO: D.LGS 163.2006. Art. 68 (Specifiche tecniche)

Autorità di Vigilanza, febbraio 2011

[A] Sulla possibilità o meno che la stazione appaltante inserisca negli atti di gara clausole che di fatto impongono l'impiego di materiali o prodotti acquistabili da produttori determinati [B] Sui limiti alla possibilità per le stazioni appaltanti di prevedere negli atti di gara specifiche tecniche, che indichino prodotti di una determinata fabbricazione o provenienza, e sull’inserimento della c.d. “clausola di equivalenza

Autorità di Vigilanza, dicembre 2009

Sulla portata normativa dell’articolo 68 del D.Lgs. n. 163/2006, volta a consentire pari accesso agli offerenti e ad evitare la creazione di ingiustificati ostacoli alla concorrenza nel mercato dei contratti pubblici, mediante l’imposizione di particolari caratteristiche dei prodotti o dei servizi che implicano un determinato processo produttivo ovvero una determinata provenienza

Autorità di Vigilanza, Parere del settembre 2009

Sui casi in cui la stazione appaltante può riferirsi ad un produttore determinato nell’indicazione delle “specifiche tecniche” ai sensi dell’art. 68 del codice. Fattispecie relativa a loculi cimiteriali


Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Tel: +39 339.34.00.116 - Fax: +39 055.56.09.352
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it