Embed RSS

ARGOMENTO: Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici - Contributi - CIG

Autorità di Vigilanza, febbraio 2011

[A] Sulla legittimità o meno dell’esclusione di un concorrente nel caso di inadempimento formale alle modalità di pagamento del contributo a favore dell’Autorità [B] Sulla legittimità o meno delle referenze bancarie dimostrate con il deposito di fax e non degli originali [C] Sulla automaticità o meno dell’esclusione dalla gara del partecipante il cui rappresentante legale sia membro di un Consiglio Comunale, ai sensi dell’art. 63 del TUEL

Autorità di Vigilanza, febbraio 2011

Se il versamento effettuato secondo modalità diverse da quelle impartite dall'Autorità costituisca o meno causa di esclusione oppure rappresenti una mera irregolarità formale della procedura

Autorità di Vigilanza, gennaio 2011

Sulla legittimità o meno di una disposizione di bando che impone modalità telematiche di pagamento del contributo all'Autorità a pena di esclusione

Autorità di Vigilanza, gennaio 2010

Non è corretto procedere alla esclusione delle imprese che non hanno provveduto a comunicare gli estremi del versamento del contributo all’Autorità di Vigilanza al sistema on-line

Autorità di Vigilanza, Parere del dicembre 2009

Nel caso di pagamento on-line del contributo all’Autorità di Vigilanza, l’attestazione dell’avvenuto pagamento della tassa in discussione viene rilasciata soltanto tramite e-mail

T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione III, novembre 2009

Qualora l’impresa partecipante ad una gara per l’aggiudicazione di lavori sia stata destinataria di un’annotazione nel Casellario informatico dell’Osservatorio ai sensi dell’art. 27, comma 2 lett. t) del D.P.R. n. 34 del 2000, essa non è tenuta a rendere, di tale annotazione, specifica dichiarazione

Autorità di Vigilanza, Parere del settembre 2009

Non può essere motivo di esenzione dal versamento del contributo ai fini della partecipazione alla gara il fatto che il valore dell’appalto non sia determinato dalla lex specialis

T.A.R. Campania Napoli, Sezione VIII, luglio 2009

L’Autorità di Vigilanza dei Contratti Pubblici non dispone di poteri repressivi nei confronti degli atti di gara ritenuti illegittimi, cosicché, laddove l’Autorità ravvisi, d’ufficio o su impulso di parte, nell’ambito di una procedura di aggiudicazione, profili di illegittimità, non può che segnalare l’illegittimità con atto non vincolante

Autorità di Vigilanza, Parere dell'11 giugno 2009

Non è possibile procedere all’esclusione del concorrente nelle ipotesi in cui l’impresa abbia indicato in modo errato il CIG ovvero abbia omesso di indicarlo nella causa di versamento

Consiglio di Stato, Sezione V, giugno 2009

E’ illegittima la gara laddove la stazione appaltante, non avendo ottenuto il “codice C.I.G.” dall’Autorità, ha ingenerato l’erroneo convincimento della sua superfluità nei concorrenti

Autorità di Vigilanza. Audizione Anci su opere a scomputo e incentivo

Il 9 e 10 giugno audizioni ANCI su opere a scomputo e incentivi per la progettazione

Autorità di Vigilanza. Comunicato dell'8 maggio 2009

Ricostruzione in Abruzzo: istituita presso l’Authority Appalti la struttura di riferimento

T.A.R. Sicilia Palermo, Sezione III, aprile 2009

[A] Sulla natura del contributo a favore dell’Autorità di Vigilanza e sul principio di etero integrazione del bando di gara. [B] Sulla necessità o meno di versare il contributo obbligatorio all’Autorità riguardo ai “contratti esclusi” dall’ambito di applicazione del codice


Editrice: Presslex della Dott.ssa Chiara Morocchi
Iscritta all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti di Firenze
Via Dante Alighieri 17 - Castelfranco
c.a.p. 52026 Castelfranco Piandiscò (AR)
C.F. MRCCHR73E67D583D - P.I. 02124850518
Tel: +39 339.34.00.116 - Fax: +39 055.56.09.352
Email: redazione@appaltieriserve.it - PEC: presslex@pec.it